ROMA, 21 gennaio (Reuters) – Iliad ha impugnato al Tar del Lazio i provvedimenti dell’Agcom e del ministero dello Sviluppo economico riguardanti l’iter di autorizzazione di un investimento congiunto tra Fastweb e Wind Tre per realizzare una rete 5G condivisa in Italia.

La rete servirà a supportare la fornitura della prossima generazione di servizi mobili.

Il ricorso, si apprende da una fonte legale, è stato presentato ai primi di dicembre e oggi il Tar ha fissato le prossime tappe del contenzioso.

La fonte riferisce che alla base del ricorso con cui Iliad chiede l’annullamento dei provvedimenti fin qui adottati dall’Agcom e dal ministero ci sarebbero potenziali profili anticoncorrenziali dell’accordo.

Una prima udienza si terrà il 12 febbraio, per stabilire se autorizzare l’accesso di Iliad agli atti dell’accordo, mentre il prossimo 7 ottobre si discuterà il merito.

L’accordo tra Fastweb e Wind Tre è stato annunciato lo scorso giugno ed entrambe le compagnie si sono costituite in giudizio chiedendo il rigetto del ricorso.

L’iter di approvazione dell’intesa, oltre ai passaggi al Mise e all’Agcom, prevede anche un vaglio dell’Antitrust. 

LINK:
https://it.reuters.com/article/itEuroRpt/idITL8N29Q5O6

Potrebbe piacerti:

I Commenti sono chiusi.

Altro in:5G