This forum uses cookies
This forum makes use of cookies to store your login information if you are registered, and your last visit if you are not. Cookies are small text documents stored on your computer; the cookies set by this forum can only be used on this website and pose no security risk. Cookies on this forum also track the specific topics you have read and when you last read them. Please confirm whether you accept or reject these cookies being set.

A cookie will be stored in your browser regardless of choice to prevent you being asked this question again. You will be able to change your cookie settings at any time using the link in the footer.

  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Wind implementa il Radio Dot System
#1
Wind implementa il Radio Dot System per la sede centrale di PosteMobile a Roma.

Ericsson e Wind hanno collaborato per implementare l’innovativo Radio Dot System di Ericsson all’interno della sede centrale di PosteMobile a Roma. È la prima installazione in Italia per questa innovativa soluzione di Ericsson e dimostra la capacità di far fronte alla crescente domanda di traffico dati in ambienti indoor. Il Radio Dot System si integra alla perfezione con la rete Wind e fornisce una copertura senza soluzione di continuità ai dipendenti di PosteMobile, essendo in grado di coprire grandi distanze all’interno dell’edificio e garantendo un’eccellente esperienza di fruizione, sia per quanto riguarda le chiamate che il traffico dati.

Il Radio Dot System di Ericsson è la soluzione più conveniente e performante per affrontare le sfide imposte dagli ambienti indoor. Si tratta di una soluzione rivoluzionaria, pensata per supportare gli operatori nel garantire una migliore customer experience nei servizi voce e dati, sia all’interno di edifici che in luoghi pubblici.

Un recente report del ConsumerLab di Ericsson rivela che spendiamo circa il 90% del nostro tempo all’interno di edifici e che il traffico dati mobile indoor costituisce ormai circa il 70% di quello totale; diventa quindi di vitale importanza che gli operatori siano pronti ad affrontare un aumento esponenziale della domanda di dati mobili da parte dei consumatori e ciò può avvenire solo attraverso soluzioni innovative per migliorare la copertura indoor e aumentare la velocità delle reti mobili. La sfida sarà ancora più centrale vista l’ulteriore espansione del traffico da smartphone, di cui si prevede un aumento di 12 volte tra il 2015 e il 2021, con circa il 90% del traffico dati mobile che sarà generato dagli smartphone entro la fine del 2021.

Il Radio Dot System è progettato per permettere agli operatori mobili di fornire una copertura e una capacità di rete altamente performanti. Il sistema incorpora l’iconico Radio Dot di Ericsson e una sottile ed elegante antenna montata a muro, che fornisce ottime prestazioni per l’utilizzo di applicazioni dati all’interno di tutto l’edificio e una mobilità senza precedenti nell’interazione con la rete mobile outdoor. Il software del sistema può essere aggiornato da remoto, riducendo così il consumo di energia di una soluzione già ad estremamente efficiente dal punto di vista della sostenibilità.

Le architetture “small cells”, come il Radio Dot System di Ericsson, sono destinate a diventare sempre più diffuse dal momento che le reti stanno evolvendo per essere pronte alla commercializzazione del 5G, prevista per il 2020. La banda larga mobile e la domanda di contenuti video, insieme ai nuovi e innovativi casi di utilizzo dell’Internet of Things, sono i fattori trainanti dello sviluppo del 5G, che comporterà l’evoluzione dell’odierna tecnologia Lte e l’integrazione di nuove tecnologie di accesso radio.

http://www.corrierecomunicazioni.it/tlc/...mobile.htm
  Cita messaggio
#2
LION Tech Ha scritto:Wind implementa il Radio Dot System per la sede centrale di PosteMobile a Roma.

Ericsson e Wind hanno collaborato per implementare l’innovativo Radio Dot System di Ericsson all’interno della sede centrale di PosteMobile a Roma. È la prima installazione in Italia per questa innovativa soluzione di Ericsson e dimostra la capacità di far fronte alla crescente domanda di traffico dati in ambienti indoor. Il Radio Dot System si integra alla perfezione con la rete Wind e fornisce una copertura senza soluzione di continuità ai dipendenti di PosteMobile, essendo in grado di coprire grandi distanze all’interno dell’edificio e garantendo un’eccellente esperienza di fruizione, sia per quanto riguarda le chiamate che il traffico dati.

Il Radio Dot System di Ericsson è la soluzione più conveniente e performante per affrontare le sfide imposte dagli ambienti indoor. Si tratta di una soluzione rivoluzionaria, pensata per supportare gli operatori nel garantire una migliore customer experience nei servizi voce e dati, sia all’interno di edifici che in luoghi pubblici.

Un recente report del ConsumerLab di Ericsson rivela che spendiamo circa il 90% del nostro tempo all’interno di edifici e che il traffico dati mobile indoor costituisce ormai circa il 70% di quello totale; diventa quindi di vitale importanza che gli operatori siano pronti ad affrontare un aumento esponenziale della domanda di dati mobili da parte dei consumatori e ciò può avvenire solo attraverso soluzioni innovative per migliorare la copertura indoor e aumentare la velocità delle reti mobili. La sfida sarà ancora più centrale vista l’ulteriore espansione del traffico da smartphone, di cui si prevede un aumento di 12 volte tra il 2015 e il 2021, con circa il 90% del traffico dati mobile che sarà generato dagli smartphone entro la fine del 2021.

Il Radio Dot System è progettato per permettere agli operatori mobili di fornire una copertura e una capacità di rete altamente performanti. Il sistema incorpora l’iconico Radio Dot di Ericsson e una sottile ed elegante antenna montata a muro, che fornisce ottime prestazioni per l’utilizzo di applicazioni dati all’interno di tutto l’edificio e una mobilità senza precedenti nell’interazione con la rete mobile outdoor. Il software del sistema può essere aggiornato da remoto, riducendo così il consumo di energia di una soluzione già ad estremamente efficiente dal punto di vista della sostenibilità.

Le architetture “small cells”, come il Radio Dot System di Ericsson, sono destinate a diventare sempre più diffuse dal momento che le reti stanno evolvendo per essere pronte alla commercializzazione del 5G, prevista per il 2020. La banda larga mobile e la domanda di contenuti video, insieme ai nuovi e innovativi casi di utilizzo dell’Internet of Things, sono i fattori trainanti dello sviluppo del 5G, che comporterà l’evoluzione dell’odierna tecnologia Lte e l’integrazione di nuove tecnologie di accesso radio.

http://www.corrierecomunicazioni.it/tlc/...mobile.htm


praticamente una small cell
[Immagine: rds-flushmount-bracket-cableties.jpg]
  Cita messaggio
#3
Niente di estremamente "nuovo"
  Cita messaggio
#4
Un comunicato così mirabolante per dire che hanno messo delle small cell nella sede PosteMobile? Tongue
Vorrei capire cosa c'è di realmente diverso ed innovativo...
  Cita messaggio
#5
Nulla di eccezionale ma è interessante come si stiano muovendo in Wind verso queste soluzioni.
  Cita messaggio
#6
Fatemi capire: la soluzione per il 5G sono le small cell? Ce ne dovrebbe essere una in ogni abitazione.... avrebbe un costo enorme per coprire tutta Italia!!??

P.S.: Queste small cell mi danno l'idea di essere una specie di Wi-Fi!!??

Inviato dal mio Moto E2 (4G) da Tapatalk.
In questo momento smartphone Huawei P20-lite e Samsung A3-2017 (come muletto)
Gestore per smartphone: Wind.
Gestori per connessione dati : Tim, H3G, Wind (all digital 50 TEST EDITION).
Tablet: Huawei MediaPad T5.
  Cita messaggio
#7
Non si parla solo di small. Chiaramente i macro avranno ancora un ruolo fondamentale ma nelle città e nelle località turistiche le small cell nascoste in insegne, cartelloni, pali della luce etc.. Saranno la norma.
  Cita messaggio
#8
Quindi do per scontato un aumento esponenziale delle tariffe causa gli alti costi di installazione di tutti quegli impianti dedicati.
  Cita messaggio
#9
theking Ha scritto:Quindi do per scontato un aumento esponenziale delle tariffe causa gli alti costi di installazione di tutti quegli impianti dedicati.

Non a caso i gestori stanno spingendo al massimo sulla questione delle riduzioni dei canoni di locazione e sulla telefonia come "bene primario e di pubblica utilità" in modo da avere permessi e affitti agevolati..
  Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)