This forum uses cookies
This forum makes use of cookies to store your login information if you are registered, and your last visit if you are not. Cookies are small text documents stored on your computer; the cookies set by this forum can only be used on this website and pose no security risk. Cookies on this forum also track the specific topics you have read and when you last read them. Please confirm whether you accept or reject these cookies being set.

A cookie will be stored in your browser regardless of choice to prevent you being asked this question again. You will be able to change your cookie settings at any time using the link in the footer.

  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
TIM lancia OpenRAN
#1
TIM: tra i primi operatori in Europa e unico in Italia a lanciare soluzioni Open RAN su rete mobile

https://www.gruppotim.it/it/archivio-sta...e2021.html

https://www.corrierecomunicazioni.it/tel...in-italia/

Citazione:La prima città in Italia ad adottare questo modello di rete aperta è Faenza, dove, grazie alla collaborazione con JMA Wireless - leader nelle attività di copertura mobile e nello sviluppo di software Open RAN -, TIM utilizzerà una soluzione che disaccoppia le componenti (hardware e software) della rete di accesso radio, secondo una logica di diversificazione dei fornitori e nell’ottica di favorire un più ampio ecosistema industriale. In questo caso il nodo radio, su rete 4G, è stato costruito combinando la banda base software di JMA con le unità radio fornite da Microelectronics Technology (MTI). In prospettiva, questa attività si estenderà anche alle soluzioni 5G.

Abbiamo il primo sito Open RAN... Chissà se ne seguiranno altri e se TIM sceglierà di rinunciare ad uno o più dei suoi vendor storici (Ericsson, Nokia e Huawei) in favore di queste soluzioni.
Wind
  Cita messaggio
#2
Ammetto l'ignoranza sulla materia quindi in pratica come funziona ? Soft separato da parte radio ? Ovvero posso installare qualsiasi trasmettitore accoppiandolo con un qualsiasi software che si interfaccia con il mio Core Network ?
  Cita messaggio
#3
(26-04-2021, 17:21)alex.vt Ha scritto: Ammetto l'ignoranza sulla materia quindi in pratica come funziona ? Soft separato da parte radio ? Ovvero posso installare qualsiasi trasmettitore accoppiandolo con un qualsiasi software che si interfaccia con il mio Core Network ?
Sostanzialmente sì, in pratica la banda base viene virtualizzata su un server che può essere sia locale che remoto (magari in un DC) e gli apparati radio (quelle che solitamente chiamiamo RRU) possono essere di un vendor qualunque, anche sconosciuti fino ad ora nel nostro mercato, come in questo caso.

Da quello che so è una soluzione che consente di risparmiare parecchio in termini di apparati e licenze rispetto allo sviluppo classico, chiaramente peró con dei compromessi poggiandosi su una BBU virtuale.

Lascio un video introduttivo proprio di JMA:

https://youtu.be/iPlUWDneKyc

E un'altra applicazione simile all'Open RAN effettuata nel DAS di Bologna Portici

https://youtu.be/mWW285tWryU
Wind
  Cita messaggio
#4
Grazie ho visto il filmato adesso e' piu' chiaro ed e' un po' l'uovo di colombo , svincolo la parte HW dal SW e per entrambi mi rivolgo a chi mi da' la soluzione con il miglior rapporto costi/benefici   senza dover per forza legarmi con un solo vendor che se toppa mi mette in crisi la rete .
  Cita messaggio
#5
(27-04-2021, 08:58)alex.vt Ha scritto: Grazie ho visto il filmato adesso e' piu' chiaro ed e' un po' l'uovo di colombo , svincolo la parte HW dal SW e per entrambi mi rivolgo a chi mi da' la soluzione con il miglior rapporto costi/benefici   senza dover per forza legarmi con un solo vendor che se toppa mi mette in crisi la rete .

Sì, il problema è che le performance non sembrano così esaltanti ed assolutamente non paragonabili ad un apparato dedicato. Ovviamente un software virtuale non può performare allo stesso modo di una piattaforma installata in loco. In condizioni di carico elevato questi sistemi non riescono a garantire adeguata stabilità, almeno per ora.
Wind
  Cita messaggio
#6
(27-04-2021, 10:00)ibm17 Ha scritto: Sì, il problema è che le performance non sembrano così esaltanti ed assolutamente non paragonabili ad un apparato dedicato. Ovviamente un software virtuale non può performare allo stesso modo di una piattaforma installata in loco. In condizioni di carico elevato questi sistemi non riescono a garantire adeguata stabilità, almeno per ora.

Come hai scritto almeno per ora  e sicuramente TIM ha installato a Faenza per fare una prova sul campo , come il sistema potrebbe essere una alternativa praticabile per zone a bassa convenienza economica ma dove ormai cmq bisogna garantire il 4G/5G .
  Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)