Cerca:

WindWorld

ll sito amatoriale di telefonia che vanta innumerevoli tentativi di imitazione!

Benvenuti su WindWorld, il primo ed unico sito amatoriale dedicato a Wind.

Wind fa un passo indietro sull’esternalizzazione di 1.700 dipendenti

Pubblicato da:

Vi avevamo parlato in un nostro articolo – quasi un anno fa ormai – dell’intenzione da parte di Wind di esternalizzare la gestione e la manutenzione della propria rete mobile e fissa, coinvolgendo circa 1.700 lavoratori.

Wind sembrava seriamente intenzionata a tal proposito e, sotto la gestione del precedente AD, Ossama Bessada, aveva dato mandato esplorativo alla società di consulenza McKinsey per trovare possibili partner.

Nella serata di ieri 11 Ottobre è però giunta la conferma ufficiale del raggiungimento di un accordo con i sindacati per la rinuncia a tale operazione, salvaguardo quindi i 1.700 dipendenti coinvolti, che – come già verificatosi in passato con il famoso caso del Call Center Wind di Sesto San Giovanni – si sarebbero trovati davanti ad un futuro a dir poco incerto.

Il raggiungimento di questo accordo non potrà portare che vantaggi ai clienti finali: siamo sempre stati dell’idea che affidare ad un terzo l’elemento cruciale per la qualità del servizio offerto ai propri clienti, la rete mobile, fissa e le infrastrutture che ne derivano possa rivelarsi rischioso e controproducente.

Dal punto di vista umano, noi di WindWorld accogliamo più che favorevolmente la decisione: Wind – a differenza delle notizie che siamo ormai soliti sentire nella cronaca di tutti i giorni – ha considerato i lavoratori come individui, e non come un mero costo da ridurre il più possibile a prescindere dal resto. L’incognita di affidare l’intera rete ad un soggetto esterno avrebbe senz’altro portato i lavoratori a non credere più in un futuro nella “propria” azienda, e a non operare quindi con la stessa voglia di sempre.

A tal proposito, l’attuale AD di Wind, Maximo Ibarra, ha dichiarato:

Le persone rappresentano il piu’ importante valore strategico di un’azienda, mentre i progetti di outsourcing portano benefici solo nel breve e non nel medio-lungo termine. E noi siamo qui, precisa, per continuare ad essere protagonisti del mercato“.

Vi rimandiamo al comunicato stampa rilasciato dal sindacato Slc-Cgil, disponibile a questa pagina.

Be Sociable, Share!

Tags: , , , , , , ,