Cerca:

WindWorld

ll sito amatoriale di telefonia che vanta innumerevoli tentativi di imitazione!

Benvenuti su WindWorld, il primo ed unico sito amatoriale dedicato a Wind.

Nuove possibili esternalizzazioni Wind: il comunicato stampa delle organizzazioni sindacali

Pubblicato da:

Vi avevamo parlato venerdì scorso della possibilità sempre più concreta che Wind esternalizzi l’intero comparto rete (mobile – fisso – centri di gestione) ad un soggetto esterno, con conseguenze dal punto di vista occupazionale. Quest’oggi vi riportiamo il comunicato stampa delle organizzazioni sindacali interne all’azienda:

Si è svolto il giorno 26 luglio u.s. l’incontro richiesto dalle Segreterie Nazionali di SLCCGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL con l’azienda Wind, al fine di acquisire maggiori informazioni sullo studio in atto, in relazione alla riorganizzazione della rete. Durante l’incontro è emerso che lo studio di fattibilità tecnica coinvolge 4 primarie imprese (Ericsson, Huawei, Nokia-Siemens, Alcatel-Lucent) e che, al momento, sono state definite esclusivamente le griglie di analisi di fattibilità. Griglie aperte che si vanno costruendo con un processo di confronto a 360°, anche con l’ausilio di un gruppo di 40 specialisti interni a cui sono state chieste valutazioni tecniche, idee, possibili sperimentazioni, ecc.
L’azienda al momento è ancora nella fase dell’analisi delle prime risposte da parte dei fornitori coinvolti a cui seguirà un supplemento di analisi e confronto a fine agosto. Le ipotesi allo studio sono diverse, per impatti, tecnologie, dimensioni, ma l’azienda ha dichiarato formalmente che “nulla è stato ancora deciso e oltre le fattibilità tecniche andranno poi analizzate le fattibilità organizzative, economiche, regolamentari, ecc”.
Lo studio è ancora in fase di valutazione tecnica. Sempre l’azienda ha riconfermato la volontà di tenere costantemente informate le OO.SS., consapevole delle mille voci che sono in giro; alcune, strumentalmente, alimentate forse dagli stessi fornitori esterni come dimostrano le voci sulla stampa specializzata.
Anche in relazione alle eventuali dimensioni della riorganizzazione, dei possibili reparti coinvolti, ecc. l’azienda ha dichiarato non esservi decisioni prese ne studi orientati in un verso o altro. essendo ancora nella fase di analisi dei possibili diversi impatti.

Come Segreterie Nazionali di SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL abbiamo allora ribadito che:
siamo contrari ad ogni ipotesi di esternalizzazione della rete, indipendentemente dalle eventuali dimensioni e quantità impattate. Siamo contrari per motivi di tutela occupazionale, ma anche perché riteniamo industrialmente sbagliata una scelta che rischia di pregiudicare il modello di business dell’azienda. Modello che puntando sulla qualità tecnica, su un’articolata offerta commerciale, su un customer interno sempre più specializzato e sull’integrazione tra fisso e mobile, ha prodotto ottimi risultati;
siamo disposti, al fine di salvaguardare gli attuali perimetri dell’azienda e gli attuali livelli occupazionali, ad affrontare senza pregiudizi i temi di una migliore qualità ed efficienza nella rete e nei reparti operativi, ritenendo che vi sono numerosi processi su cui, intervenendo, si possano generare miglioramenti evidenti.
L’azienda nelle valutazioni sui costi/benefici di ogni possibile riorganizzazione deve quindi tenere conto della forte contrarietà sindacale da un lato, e della dichiarata disponibilità a migliorare la qualità degli interventi, dall’altro. Sarà esclusivamente responsabilità aziendale, quindi, qualora si decidesse per soluzioni traumatiche e sbagliate, non certo del sindacato. In ogni caso, registrando le disponibilità dell’azienda ad un confronto continuo sugli studi in atto, come OO.SS. abbiamo chiesto di programmare un nuovo incontro al fine di acquisire informazioni sulle evoluzioni che dovrebbero esserci. Si è per tanto convenuto di incontrare nuovamente l’azienda il prossimo 28 settembre.
Come Segreterie Nazionali invitiamo tutti i lavoratori alla massima attenzione e a mantenere alto il livello in azienda, rispettando alla lettera il mansionario e quanto previsto dalle leggi e dal CCNL, dimostrando così la nostra contrarietà e facendo pressione su tutti i settori della rete e relativi dirigenti.

Le Segreterie Nazionali di SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL

Be Sociable, Share!

Tags: , , , , ,